Vis Artena infinita: Muravera ribaltato con un poker, Capodaglio fa 500 in carriera

Capacità di saper soffrire, voglia di rialzarsi, cuore e forza di gruppo: la Vis Artena rimonta e piega sul 4-3 il Muravera nel recupero della 13ª giornata di campionato. Al Comunale i ragazzi di Perrotti compiono un ribaltone da sogno regalando infine emozioni ai tifosi rossoverdi, nel giorno delle 500 partite in carriera di Paolo Capodaglio che ancora una volta risulta tra i migliori in campo. L’equilibrio si spezza dopo soli 3’ con la squadra di Loi che si porta in vantaggio: azione sulla sinistra rifinita da Demontis, palla dentro rasoterra per Nurchi che è bravo ad insaccarla all’angolino alla sinistra di Manni. La risposta della Vis arriva al 10’ quando Contucci spezza un’azione avversaria e mette subito in moto Di Vico. L’attaccante si accentra per il destro ma il suo diagonale termina sul fondo. Reazione rossoverde che diventa sempre più concreta con il passare dei minuti con i padroni di casa che guadagnano costantemente metri e al 15’ arrivano al pareggio: corner di Capodaglio sul secondo palo, Paolacci se lo dimenticano e di testa il capitano fa 1-1. Ma la gioia del pari dura però poco perché soli 2’ dopo il Muravera torna avanti: Nurchi scappa via sul filo del fuorigioco (parso netto in realtà con grave svista del guardalinee) e solo davanti a Manni incrocia il destro sul palo più lontano. La Vis prova a rispondere nuovamente ma il sinistro di Sfanò è facile preda di Floris. Alla mezz’ora sono invece i sardi ad infilare il tris: punizione da sinistra di Demontis, Bregasi anticipa Manni e di testa porta gli isolani avanti di due. Al 36’ clamorosa occasione per i laziali: palla geniale di Capodaglio a smarcare Lucchese, che solissimo davanti a Floris incorna alto. Gol artenesse che arriva comunque 1’ dopo: punizione di Capodaglio tesa in mezzo, Di Vico stampa sulla traversa con Carbone che è il più veloce a ribadirla in fondo al sacco. Si arriva così al duplice fischio. Nella ripresa la Vis si getta subito in avanti alla ricerca del pareggio e lo trova al 9’: punizione da sinistra del solito Capodaglio, stavolta a metterci la testa è Contucci che con un grande stacco fa 3-3. I ragazzi di Perrotti continuano a spingere e al 18’ sono ancora molto pericolosi con Carbone, che di testa manda sul fondo di poco. Due minuti più tardi lampo Muravera con Demontis: il 10 carica la botta da fuori e stampa la sfera sulla traversa. Al 25’ la Vis pareggia il conto dei legni: Capodaglio stavolta batte da destra, la palla diventa buona per Lucchese che in rovesciata impatta sulla traversa, Paolacci ribadisce in porta ma Odianose, sulla linea, vanifica tutto sfiorando la sfera in fuorigioco. Al 31’ ci riprovano gli ospiti con Cadau, destro fuori, con i gialloblù che subito dopo restano in dieci per l’espulsione per somma di ammonizioni di Del Gaudio. A questo punto la Vis ci crede più che mai e allo scoccare del 90’ Lucchese completa il capolavoro sulla sponda di Odianose. Palla in rete, è apoteosi al Comunale. Nel finale espulso anche Taviani ma i sardi non possono più recuperare. La Vis infila la quarta vittoria consecutiva e si rilancia concretamente in chiave play off.
VIS ARTENA – MURAVERA 4-3
VIS ARTENA Manni, Pompei (32’pt Sordilli)(47’st Catapano), Capodaglio, Sfanò (37’st Origlia), Paolacci, Mastropietro (26’st Taviani), Maini, Contucci, Di Vico (12’st Odianose), Carbone, Lucchese PANCHINA Chingari, Talone, Cericola, Negro ALLENATORE Perrotti
MURAVERA Floris, Mileto, Vignati, Cadau, Nurchi (6’st Mereu), Demontis, Mancosu (34’st Satta), Derbali (14’st Moran), Loi (38’st Grella), Del Gaudio, Bregasi PANCHINA Oliva, Moi, Arvia, Massoni, Piroddi ALLENATORE Loi
MARCATORI Nurchi 3’pt e 17’pt (M), Paolacci 15’pt (V), Bregasi 30’pt (M), Carbone 37’pt (V), Contucci 9’st (V), Lucchese 45st (V)
ARBITRO Recupero di Lecce
ASSISTENTI De Santis di Campobasso, Griguoli di Isernia
NOTE Espulsi al 31’st Del Gaudio (M), al 40’st Loi (M), al 48’st Taviani (V) Ammoniti Mancosu, Sfanò, Derbali, Vignati, Loi Angoli 3-2 Rec. 4’pt-6’st