Il Presidente della Vis Artena Alfredo Bucci scrive ai tesserati 

 

“Se all’inizio di questa nuova esperienza alla presidenza della Vis Artena mi avessero detto cosa avremmo vissuto, nessuno di noi – io per primo – ci avrebbe creduto. Una situazione più verosimile ad un racconto di altri tempi o peggio ancora ad un film di fantascienza. Ed invece no. E’ difficile trovare le giuste parole per far arrivare la mia vicinanza in un momento così delicato. Dico a voi: ragazzi, dal più grande al più piccolo, tecnici, staff societario e dirigenti. Nel giro di una decina di giorni, dopo l’annullamento delle gare in programma l’8 marzo, siamo stati catapultati in una realtà del tutto fuori dal comune, una realtà che non ci appartiene.

 

E’stato complesso, complicato e altrettanto triste dover sospendere le attività. Abbiamo sospeso i corsi della scuola calcio e gli allenamenti delle squadre dell’agonistica, prima ancora del Decreto, proprio per nostra e vostra sicurezza. Mi rivolgo a voi cari ragazzi: questo breve stop non infierirà o danneggerà la vostra preparazione per le future ed importanti partite, siate tranquilli e non abbiate paura, ora DOBBIAMO STARE A CASA. Sfruttiamo il tempo a disposizione per prenderci cura di noi. Responsabilità è un concetto chiave per capire e dare senso al tempo del Coronavirus. Essere responsabili in questo momento storico significa restare a casa. Ora dobbiamo essere tutti uniti, rispettare le regole per tornare al più presto alla vita normale.

 

Con l’augurio di uscire fuori da questa situazione nel più breve tempo possibile vi mando un caloroso abbraccio virtuale”.

 

Il Presidente Vis Artena

Alfredo Bucci

 

Foto di Roberto Coculo